Prevenzione cardiovascolare, tutti gli esami da fare

Apr 14, 2022News0 commenti

La prevenzione cardiovascolare si rivolge a persone non necessariamente interessate da malattie cardiache. Si fonda principalmente su un corretto stile di vita che comprende abitudini alimentari adeguate, attività fisica regolare, igiene del sonno e riduzione dello stress.

Il comitato scientifico responsabile del Giornale Italiano di Cardiologia ha elencato le linee guida fondamentali nella prevenzione cardiovascolare. Secondo questo documento, aggiornato al 2021, i fattori di rischio maggiore sono età, familiarità, sesso (fattori che non possono essere modificati); ipertensione arteriosa, fumo, diabete, sovrappeso, alterazione della quantità di grassi nel sangue (elementi che possono essere modificati grazie allo stile di vita).

Esami per una corretta prevenzione cardiovascolare

La visita dal cardiologo è il primo passo da compiere se si vuole monitorare la salute del cuore. Sarà divisa in due momenti, quello dell’anamnesi, costituita da domande circa lo stile di vita, e quello delle valutazioni fisiche. In questo frangente il medico controllerà alcuni parametri fondamentali come pressione, regolarità e qualità del battito cardiaco.

Altre indagini che potrebbero essere condotte da esperti quale l’angiologo sono: la condizione dei tronchi sovraortici, del flusso venoso e arterioso per quanto riguarda gli arti superiori e inferiori e la condizione dei grossi vasi addominali.

Ecocolor doppler

L’ecocolordoppler (o ecocardio) cardiaco a riposo è un esame che permette al medico di visualizzare il cuore sull’ecocardiografo, un particolare computer.

Con l’ecocardio a riposo è possibile valutare:

  • Qualità e quantità delle malattie delle valvole cardiache
  • Dimensioni e movimento delle pareti del cuore
  • Cardiopatie congenite
  • Esiti di un intervento cardiochirurgico

Elettrocardiogramma E.C.G.

La visita con elettrocardiogramma è indicata in presenza dei seguenti sintomi:

  • Dolore al petto
  • Dispnea(difficoltà di respirazione, sia a riposo che sotto sforzo)
  • Sincope (svenimento)
  • Giramenti di testa
  • Affaticamento
  • Palpitazioni

Questo tipo di visita è utile per l’individuazione delle principali patologie cardiovascolari, come ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco, cardiopatia ischemica e cardiomiopatie.

Inoltre l’elettrocardiogramma permette di indagare circa la presenza di patologie a carico delle coronarie o alterazioni del ritmo (come aritmie, fibrillazioni, extrasistole).

ECG sotto sforzo al cicloergometro

Questo test è indicato per individuare eventuali disturbi della funzionalità del cuore, in particolare in caso di sospetta coronaropatia o di cardiopatia ischemica nota, perché permette di evidenziare anomalie del tracciato elettrocardiografico dovute a un flusso alterato del sangue attraverso le coronarie.

Inoltre, il continuo monitoraggio dell’elettrocardiogramma può evidenziare l’eventuale insorgenza di aritmie (ventricolari o sopraventricolari) o di anomalie della conduzione atrioventricolare sempre sotto sforzo.

Holter cardiaco

È un test non invasivo e indolore grazie al quale si può monitorare 24 ore su 24 l’attività elettrica del cuore.

L’holter cardiaco è uno strumento importante per la diagnosi di tutte le aritmie e di sintomi come il cardiopalmo, le vertigini, le perdite di coscienza. È utile anche per l’individuazione di ischemia o di dolore toracico di natura da definire.

Holter pressorio

Si tratta di un monitoraggio continuo della pressione arteriosa per 24 ore e consiste nella misurazione automatica, a intervalli regolari, della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca nell’arco di 24 ore.

Serve per registrare i valori pressori nel corso della giornata, consentendo di valutare l’andamento della pressione arteriosa e le sue variazioni.

Il paziente compila un diario delle attività della giornata e degli eventuali sintomi, permettendo di mettere in relazione i valori misurati con le attività svolte (lavoro, riposo, sonno, eccetera) e di valutare l’efficacia dell’eventuale terapia antipertensiva. Consente inoltre di valutare i valori pressori durante il periodo notturno.

Ecografia cardiaca

Questo tipo di esame studia il cuore e il flusso del sangue attraverso le valvole per mezzo degli ultrasuoni. Poiché gli ultrasuoni sono innocui non è necessaria alcuna precauzione e l’esame può essere eseguito su qualunque paziente (anche nelle donne in gravidanza).

Fornisce informazioni sulla contrattilità del cuore, sulla morfologia delle sue valvole e sul flusso del sangue nelle sue cavità, sia a riposo che dopo l’esercizio fisico o l’assunzione di un farmaco.

Tutti gli esami citati sono disponibili presso il centro medico Manara. Se vuoi prenotare una visita consulta questa pagina.

0 commenti

1